Il tramonto del Sea Breeze | Non è una festa a tema

Succede questo: tre ragazzi raggiungono il Sea Breeze, un locale infrattato nella boscaglia in cui si sta svolgendo una festa piena di riccastri. Uno di loro viene pestato e poi incontra un barbone che tenta il suicidio ma poi preferisce fare festa. L’altro conosce un pazzo cocainomane che vuole essere suo padre. L’ultimo si perde nel bosco con la sua attrice preferita; lei dà di matto modalità new age. Poi c’è un gruppo scout, una colonia di gabbiani scomparsa, un mistero del passato e infine un gran bel casino. E per tenere botta a tutti questi fatti, ai personaggi non resta che rimanere sempre in movimento, sgambettare a ginocchia alte, saltare, rotolare e ballare. Come in un film muto con la musica punk al posto del piano.

Azione e reazione. Non del tipo di una lingua che batte dove il dente duole, ma del martelletto che picchia sul ginocchio e fa saltar su la gamba. Non c’è dolore, non c’è pena ne Il tramonto del Sea Breeze, solo nervi e nervetti che reagiscono alle sollecitazioni grottesche ed esagerate di Vitt Moretta. E infatti la prima cosa che salta all’occhio è la recitazione sopra le righe dei personaggi, strabordanti di un’energia cartoonesca che spesso li trasforma in puro movimento, come bambini strafatti di glucosio che corrono e si agitano finché termina l’effetto eccitante dello zucchero. È un furore tutto fisico che ricorda per capacità di sintesi ed eccessi il Christophe Blaine di Gus, ma che gettato addosso a un gruppo di adolescenti, acquista nuove note nervose e impacciate. È uno slapstick adolescenziale dove l’impedimento non sono, come nella più classica delle comiche, le cose che si frappongono tra l’obiettivo e il corpo, ma è il corpo stesso. Vitt Moretta racconta quindi l’ingovernabilità della carne e del muscolo descrivendo gli impacci e gli eccessi fisici dell’adolescenza, ma anche il suo incontenibile entusiasmo fisico e la forza che innerva i corpi.

Tutto questo si traduce in un inevitabile over-acting dove ogni movimento e ogni frase sono portati ai loro estremi. Velvet in questo si rivela essere il personaggio chiave della poetica del libro.  Attrice in preda a una crisi spirituale e ormonale, Velvet sembrerebbe inizialmente una classica caricatura dell’attricetta matta e ricca ma, pur rimanendo coerente con la propria follia, acquisisce spessore e umanità nel corso della storia. Velvet è l’unione diabolica tra la Britney Spears di inizio millennio e la Dorothy Vallens di Velluto Blu: un cavallo pazzo indomabile, con una forza fisica erotica e spaventosa, un mostro di cui è impossibile non innamorarsi. Tra le pieghe della follia del personaggio la Moretta sembra nascondere un mistero, i cocci di qualcosa che si è rotto per sempre e che Velvet ha nascosto sotto in tappeto fatto di egotismo, New Age, follia e uno sbilenco eroismo.

Ma Il tramonto del Sea Breeze è anche il racconto di una festa che la Moretta racconta come un rilassatissimo Dov’è Wally? in cui a nessuno frega niente di cercare il personaggio nascosto e la ricerca di qualcosa smette di essere importante: conta solo l’esperienza. Il lettore deve fare tesoro di questo approccio per evitare di perdere tempo a cercare nel fumetto un senso e un tema esplicitati dalla storia. La Moretta si allontana in maniera coraggiosa e decisa da un’idea di fumetto col TEMA IMPORTANTE e racconta gli impacci e gli eccessi dell’adolescenza quasi esclusivamente attraverso la fisicità e i movimenti dei suoi protagonisti.

D’altronde perché svilire Il tramonto del Sea Breeze riducendolo ai minimi termini di una semplice storia di formazione? Il fumetto di Vitt Moretta è una grande festa incasinata dove succedono tantissime cose e, per sbaglio, si cresce anche un poco. Forse. E infatti nel finale tranquillissimo e apparentemente sottotono rispetto ai fuochi d’artificio di qualche pagina prima, i personaggi salgono in auto con la faccia di chi non ci ha capito nulla e ha la sensazione di non aver imparato niente. Com’è giusto che sia. Fino alla prossima festa, fino alla prossima alba.

Il tramonto del Sea Breeze
di Vitt Moretta
Coconino, 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.