Laser #11 | Novembre 2016

Laser è l’elenco delle recensioni che ho pubblicato durante il mese. Di solito sono molto poche perché sono pigro.


tumultoTUMULTO di Alice Milani e Silvia Rocchi (Eris Edizioni, 2016)
Tumulto è un libro coniugato al presente, in cui si respira pagina dopo pagina il bisogno di restituire al lettore una certa immediatezza delle vicende, senza girarci intorno e senza approfondirle più di tanto, per restituire più che l’esperienza in sé (evitando così l’elenco di tappe, luoghi visitati, persone conosciute, cose imparate), le sensazioni provate durante il viaggio.
Clicca qui per leggere tutta la recensione.

aqualung1AQUALUNG #1 di Jacopo Paliaga e French Carlomagno (Bao Publishing, 2016)
Facendo una mera somma degli elementi che compongono la storia nuda e cruda di Aqualungnon si troverà davvero nulla di veramente nuovo, così come lo sono anche i colpi di scena e le svolte della storia. Ma è chiaro che a Paliaga non interessa proporre ai suoi lettori qualcosa di nuovo, lui vuole dare loro una bella storia ben raccontata. Così tutti questi elementi che già conosciamo, sono utilizzati dallo sceneggiatore per farci sentire parte di un mondo con cui stiamo per avere il primo contatto. Non esagero quando dico che, tolto il prologo, bastano le prime due tavole del fumetto per sentirci già parte di una comunità e di una famiglia.
Clicca qui per leggere tutta la recensione su Critica Letteraria.

comequandoeravamopiccoliCOME QUANDO ERAVAMO PICCOLI di Jacopo Paliaga e French Carlomagno (Bao Publishing, 2016)
Anche dal punto di vista visivo French Carlomagno si affida a una rappresentazione classica del genere. I personaggi sono tutti fighissimi, vestono abiti fighissimi e fanno lavori fighissimi, mentre le ambientazioni (fighissime) sono sempre sospese tra il tramonto e il crepuscolo. Ma è giusto così. Perché il genere lo richiede e, a meno di stravolgerlo sfruttandone gli stilemi, è meglio affidarsi completamente a essi. […] I due autori abbracciano il genere, ci giocano, lo comprendono e lo sfruttano e il risultato è piacevole. Piacevole ma tutto sommato trascurabile.
Clicca qui per leggere tutta la recensione su Critica Letteraria.

albumALBUM di Marco Cazzato (GRRRZ, 2016)
È quindi d’obbligo una seconda lettura e poi una terza, una quarta, una quinta. Ma non tanto per svelare un mistero quanto perché ogni lettura ci fa sprofondare sempre di più in esso. E addentrandoci nel mistero cresce con noi la sensazione di un’intimità maggiore con la famiglia, in cui ora siamo del tutto inglobati. Non è la verità quindi a creare una famiglia, ma gli angoli bui che da parenti a volte possiamo illuminare e a volte decidiamo di tenere immersi nell’oscurità.
Clicca qui per leggere tutta la recensione.

poebattagliaEDGAR ALLAN POE di Dino Battaglia (Edizioni NPE, 2016)
C’è un’atmosfera inquietante, sottilmente comica, e un’attenzione ai dettagli dell’ambiente e dei costumi, tutte cose di cui Poe teneva gran conto durante la scrittura delle sue opere (e sono lì a testimoniarlo diversi articoli su mobilio, vestiti e gli studi sulla tecnica compositiva di una storia). Dino Battaglia coglie la complessità dello scrittore e la piega, la modifica e la insegue con i suoi disegni, ma anche con sceneggiature fortemente evocative capaci di riassumere in poche pagine racconti lunghi cogliendone l’anima o un aspetto sepolto dalle potenzialità più interessanti della classica interpretazione scolastica di queste storie.
Clicca qui per leggere tutta la recensione su Critica Letteraria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...