Oltremondo | Una storia di inchiostro e sperma

Un branco di spermatozoi attraversa la controguardia di Oltremondo dall’angolo superiore sinistro a quello inferiore destro. Oppure a solcare la controguardia del libro sono gocce di inchiostro esplose che colano e si rincorrono sino a seccarsi sulla pagina bianca. Difficile capire quale dei due liquidi è il protagonista di questa illustrazione, forse perché per l’esordiente LaurenceEngraver (aka Lorenzo Baroni) non c’è alcuna differenza tra i due. Inchiostro o sperma, pagina bianca o ovuli: c’è un liquido creatore e un ambiente divino che lo accoglie, e in una misteriosa combinazione alchemica entrambi gli elementi si uniscono sino a formare la creatura.

Non a caso Oltremondo è la storia di un inizio, di un creatore che plasma un mondo e che deve combattere contro le impurità a cui lui stesso ha dato forma e che ora rischiano di compromettere la sua creatura. Il punto di vista metanarrativo per LaurenceEngraver è una riflessione sul suo ruolo di demiurgo e anche una dichiarazione di intenti. In lui non c’è alcun desiderio di proporre una metanarrazione che rifletta sulle strutture del racconto perché a definirle è l’azione stessa del protagonista/creatore, che delinea così dagli intestini della storia le coordinate di un mondo che si crea mentre noi lo stiamo leggendo. Non essendoci strutture narrative pregresse, la metanarrazione di LaurenceEngraver può concentrarsi esclusivamente sul protagonista che – come in una sorta di trinità – è personaggio, demiurgo all’interno della sua storia e creatore al di fuori della pagina bianca.
oltremondo1

Questa attenzione profonda nei confronti del significato della creazione e del ruolo del creatore, fanno si che Oltremondo sia ammantato da un’atmosfera spirituale che lo avvicina davvero a un testo sacro, complice anche una certa dose di mistero ed ermetismo  che lo rendono ancora più affascinante. Questo accade soprattutto nella seconda parte del volume, Three me genesis – Before Oltremondo, un lungo racconto che funge da prologo alle vicende narrate e che ha il suo punto di forza in tavole a tutta pagine dal tratto dettagliatissimo perfetto per raccontare questo orrorifico Big Bang e la sua duplice natura carnale e spirituale. In questo prologo LaurenceEngraver costruisce una narrazione giocata quasi esclusivamente sui dettagli: i suoi disegni non si accontentano di offrirci la visuale di un microscopio per indagare la superficie degli organismi che abitano la storia, ma entra nei corpi come a volerne cogliere l’intimo mistero della creazione.

Molto diverso invece è lo stile narrativo della prima parte del fumetto, che si presenta con una classica griglia e uno stile di disegno meno denso rispetto alla seconda parte. Qui LaurenceEngraver asciuga il suo segno con linee più definite e un uso davvero potente delle silhouette. L’aspetto narrativo più interessante di questa prima parte è la sistematica alternanza tra scene d’azione e scene di dialogo, che LaurenceEngraver non contamina l’una con l’altra, ma tiene debitamente separate: se si combatte non si parla, se si parla non si combatte. Questo non crea alcuno scompenso narrativo nella storia, ma ne amplifica la parte emotiva. Se infatti c’è una cosa che stupisce di questo Oltremondo è la capacità del suo autore di coinvolgere emotivamente il suo lettore scaraventandolo in un vortice altalenante di sequenze d’azione e dialoghi importanti (che ogni tanto però peccano in ingenuità).

Con Oltremondo la Hollow Press ci presenta LaurenceEngraver in previsione della sua serie Aberration. Lo fa con un libro – che è anche la tesi allo IED dell’autore – che mette in mostra le sue capacità grafiche, i temi che gli interessano e il suo modo di raccontarci la sua storia. C’è un universo grafico stupefacente (e che può ancora maturare) e un’attenzione alle emozioni più viscerali del lettore che è difficile trovare in prodotti simili. Se Oltremondo doveva farci venire l’acquolina in bocca, LaurenceEngraver e la Hollow Press sono riuscite nel loro intento.

Oltremondo
di LaurenceEngraver
Prefazione di Ratigher
Hollow Press, 2016
96 pagg.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...